Pagine

25 maggio 2018

INDOSSERO' LA MIA MASCHERA MIGLIORE PER IL WEEK END...

Oggi ne ho proprio bisogno...qualcosa di dolce che soffochi la tristezza, la malinconia, questo senso di vuoto che oggi mi schiaccia il petto...
Succede, a volte succede...ci si sveglia, ma si vorrebbe ripiombare in un letargo lungo il più possibile per non dover affrontare la giornata, coi suoi pensieri, coi suoi problemi...
Mille e mille pensieri che si accavallano e che a volte mi confondono, mi strodiscono...e mi svuotano. Ma è la vita...mi devo alzare, indossare la mia maschera migliore, quella per affrontare un venerdì e addirittura il week end...un week end incerto che di sicuro passerà, come ne ho passati già tanti...
Questa sera c'è anche la festa e l'ho promesso alla mia amica Elisa che ci sarò, che mi divertirò e per questa sera la maschera col sorriso più sgargiante sarà al suo posto sul mio viso che in questo momento avrebbe solo voglia di rinchiudersi nella sua casetta...
Ma forza e coraggio è venerdì per tutti!!!




BISCOTTI DI FROLLA MONTATA CON O SENZA CIOCCOLATO

Vale a dire:
400 g di farina 00
245 g di burro a t.a. (avevo solo quello)
150 g di zucchero a velo
2 uova
10 g di lievito per dolci
1 pizzico di sale
estratto di vaniglia

per quelli al cioccolato:
cioccolato delle uova di pasqua

Lavorare il burro con lo zucchero a velo ed aggiungere una alla volta le uova.
Ora inserire la farina, il lievito, il sale e l’estratto di vaniglia.
Con l’aiuto di una sàc a poche con beccuccio formare dei biscotti direttamente sulla carta forno o sul tappetino in silicone da forno.
Infornare con forno preriscaldato a 175° per 15 minuti.
Mettere a raffreddare su una griglia.
Volendo basterà sciogliere nel micro o a bagnomaria del cioccolato (fondente o al latte a vostro piacere) nel mio caso delle uova di pasqua per smaltirle ed intingere una parte dei biscotti appena raffreddati ed appoggiarli su un foglio di alluminio prima di servirli da soli o come accompagnamento di una buona crema al mascarpone.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



22 maggio 2018

HUMMUS CON AVOCADO

Sono sincera non è un prodotto che consumo spessissimo, però ultimamente mi sono andata a leggere le proprietà e così subito mi sono fiondata a comperarlo (e vi dirà di più sto anche provando a far germogliare il nocciolo centrale...vi aggiornerò!!!)
Oggi vi propongo l'hummus con l'avocado. Ovviamente ne ho fatta una piccola dose per me, ma voi potete provare aumentando le quantità....



 HUMMUS CON AVOCADO
Vale a dire:
150 g di ceci lessati (vanno bene anche quelli in scatola)
90 g di avocado già pulito
il succo di 1/2 limone piccolo
2 cucchiaini colmi di tahina
circa 1/2 bicchiere di acqua
sale - paprika (a piacere)

Nel mixer introdurre gli ingredienti tranne l'acqua che andrà usata all'occorrenza (coi ceci in scatola che sono più morbidi per esempio non serve!!!) ed il sale che andrà messo alla fine. Azionare il mixer finchè il composto non sarà bello cremoso.
Salare ed eventualmente se vi piace aggiungere un po' di paprika.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci

18 maggio 2018

PANCIA MIA FATTI CAPANNA...PANINETTO ARRIVO!!!

Con i burger di q.b. mi sono preparata anche un bel hamburger. Ogni tanto mi preparo qualche buns che poi congelo per le occasioni veloci e questa era una di quelle...a dire il vero era solo perchè non avevo nessuna voglia di spadellare!!!!



 HAMBURGER DI TONNO DEL Q.B.
Vale a dire:
1 buns di cui trovate qui la ricetta
1 burger di tonno di cui trovate qui la ricetta
majonese di soia di cui trovate qui la ricetta 
pomodori e avocado

Potete ovviamente usare i panini che volete, io avevo questi in congelatore, per cui ho usato questi!!!
Basterà quindi scaldare il pane su una piastra ed assemblare il tutto!!!

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci

14 maggio 2018

BISCOTTI O DISCOTTI?

Sempre di fretta, sempre una gran fame...ma si può?
Ops buongiorno!!!
E parlare di buongiorno con tutta l'acqua che sta venendo giù in sto momento sembra molto ironico!!! Pare che tutta la settimana sarà così con possibilità di acquazzoni (portando il bimbo a scuola pensavo uno mi corresse dietro con la manichetta dei pompieri aperta al massimo, perchè l'acqua arrivava da tutte le parti...io bagnata stonfa e lui?...lui rideva!!!!)
Vabbè...andiamo avanti che è solo lunedì....


BISCOTTI O DISCOTTI FARCITI?
Vale a dire:
200 g di farina 00
50 g di fecola
1 cucchiaino di miele d’acacia
½ bustina di lievito per dolci
15 g di dolcificante stevia
100 g di latte
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o scorza di limone)

Per farcire:
marmellata di agrumi e zenzero Rigoni q.b.
zucchero a velo

Mentre il forno va a 180°,versare nell’impastatrice tutti gli ingredienti (esclusi quelli per farcire) ed azionare fino ad ottenere una palla d’impasto.
Stendere e ricavare con un bicchiere o un coppapasta dei dischi che farcirete con la marmellata Rigoni.
Chiudere con altri dischi e mettere in una placca da forno foderata con carta forno ed infornare a 175°-180° per 15-20 minuti.
Spolverare con zucchero a velo.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



10 maggio 2018

LA CUCINA DEL Q.B.

Sì, forse dovrei fare una rubrica intitolata "la cucina del q.b.", perchè ormai sempre più spesso mi ritrovo a cucinare ad occhio come faceva una volta mia nonna, un po' per magari finire qualche avanzo, un po' per la fretta!!!
Ma finchè i risultati mi piacciono vado avanti...
Quindi ovviamente non troverete le dosi (a parte l'albume perchè mi era avanzato ahahahahah!!!)


BURGER DI TONNO Q.B.
Vale a dire:
tonno al naturale sgocciolato
ceci lessi (i miei erano avanzati, ma potete usare quelli in scatola)
pane raffermo
olive taggiasche
pomodorini secchi sott'olio
1 albume

Mettere tutti gli ingredienti nel mixer ed azionarlo finchè non otterrete un impasto della giusta consistenza per ottenere poi gli hamburger.
Padella antiaderente e quando è calda con un coppapasta formate i vostri hamburger che lascierete cuocere alcuni minuti prima di girarli. Servirli con una bella insalatina fresca.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci

7 maggio 2018

RISOTTO CARLETTI, TOPINAMBUR E MAZZANCOLLE

Mi sembra che ultimamente i miei risotti siamo con colori molto tenui...50 sfumature di bianco....
A dire il vero mi erano avanzate un paio di radici di topinambur dal precedente risotto e visto che non si butta via nulla, ho preparato anche questo risotto, molto gradito dal piccolo e questo mi ha fatto molto piacere!!!


RISOTTO CARLETTI, TOPINAMBUR E MAZZANCOLLE

Vale a dire:
250 g di riso Carnaroli
1 mazzetto di carletti (silene)
1 radice di topinambur
mazzancolle q.b.
1 goccio di vino bianco
olio - brodo vegetale

Io non uso mai la cipolla nei risotti perchè non riesco a digerirla, ma se a voi piace potete usarla.
Pelare e pulire bene la radice di topinambur, affettarla sottilmente e metterla a rosolare per alcuni minuti in un tegame con un po' d'olio.
Aggiungere poi il riso e farlo tostare finchè non inizierà a diventare trasparente. Sfumare col vino.
Quando quest'ultimo sarà evaporato iniziare ad aggiungere il brodo vegetale.
Intanto pulire bene i crostacei (eliminare anche il filetto!!). Tenendone alcuni da parte per guarnire i piatti, gli altri tagliateli grossolanamente.
Quando mancheranno circa 5 minuti dalla fine cottura del riso aggiungere i carletti (io ho lasciato le foglie intere, ma se volete potete tritarle) e i crostacei tritati e portare a termine la cottura del riso.
Le mazzancolle rimaste potete saltarle direttamente su una padella antiaderente singolarmente oppute infilarli in uno spiedino prima di grigliarle alcuni minuti per parte.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



3 maggio 2018

ANCORA RICETTE PER FINIRE LE UOVA DI PASQUA

Bisogna andare avanti a riciclare le uova di cioccolato. Quasi tutte al latte, ma una era al fondente con fave di cacao (buona direi).
Eccovi un’idea


BISCOTTI CON PEZZETTONI DI CIOCCOLATO FONDENTE

Vale a dire:
250 g di farina 00
150 g di fecola
2 uova
100 g di zucchero semolato
80 g di olio di semi
1 bustina di lievito per dolci
scorza di 1 limone
1 pizzico di sale
110 g di cioccolato fondente con fave di cacao dell’uovo di pasqua

Nell’impastatrice ho messo tutti gli ingredienti a parte il cioccolato fondente. Mentre il tutto si assembla tritare molto grossolanamente il cioccolato fondente.
Per ultimo inserire il cioccolato.
Preriscaldare il forno e mettere l’impasto a cucchiaiate su una placca da forno ricoperta (o carta forno o il tappetino in silicone molto comodo, perché riciclabile)
Quando il forno sarà caldo infornare a 180° per 20 minuti.
Lasciare raffreddare (e rassodare il cioccolato) su una griglia.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



27 aprile 2018

PASTA MATTA O NO LA TORTA SALATA E' BUONISSIMA

Vi capita in velocità di preparare qualcosa che non sapete neanche se sarà gradita e vi trovate con una sola fetta che se non siete veloci a fotografarla restate a bocca asciutta?
Ecco è quello che è successo a questa torta.
Ho preso spunto da lei e grazie alla pasta matta di Simo ho sfornato questa che non solo è risultata molto buona, economica e perfetta per terminare tutti i pettini di formaggio che a volte restano nel contenitore….


TORTA SALATA PASTA MATTA CON PORRI E FORMAGGI

Vale a dire per la pasta matta:
250 g farina 00
1 cucchiaino di sale
10 g di lievito per torte salate
100 g di acqua t.a.
70 g di olio

Per il ripieno:
500 g di porri affettati a rondelle
80 g di ricotta
110 g di formaggio duetto (mascarpone/gorgonzola dolce)
90 g di stracchino
1 cucchiaino di senape piccante

Per preparare la pasta matta mettere tutto nell’impastatrice ed azionato finchè non otterrete un composto omogeneo (si può ovviamente anche fare tutto a amano).
Avvolgere nella pellicola e mettere a riposare in frigorifero finchè non sarà pronto il ripieno.
In una padella con un goccio d’olio mettere a rosolare il porro. Salare.
Mettere a raffreddare.
A questo punto aggiungere tutti i formaggi ed il cucchiaino di senape (nella ricetta originale la senape era nella pasta, io invece l’ho messo nel ripieno).
Stendere la pasta matta e foderare un stampo d.24 precedentemente ricoperto di carta forno. Forare con i rebbi di una forchetta la pasta matta e riempirla col ripieno.
Forno preriscaldato a 180° cuocere per 40 minuti.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



23 aprile 2018

CREMA AL MICRO SEMPRE BUONA E VERSATILE

Di questa ricetta ve ne ho già parlato mille volte.
E pensare che la prima volta che la pubblicai qualcuno (non ricordo chi) su fb mi riempì di parole dicendomi che l'aveva provata e che non era le era venuto nullo, per cui la mia era solo una bufala...
Per molto tempo ho continuato a farla, ma non ne ho più parlato...poi casualmente mi è stata richiesta qualche settimana fa da un'amica...
Un successone non tanto perchè mi ha riempito di ringraziamenti per una ricetta veloce e riuscita, ma soprattutto perchè questa persona è totalmente negata con la cucina...
Per cui ora mi viene da pensare che forse l'errore non era proprio il mio....
Anche a me è capitato di provare ricette di altri e non mi sono venute come nelle foto che venivano mostrate (a volte anche ricette di riviste o libri!!!), ma prima di mettere in dubbio l'autore a volte ci ho riprovato (vedi la mia torta magica mediorientale)...
Questa crema bicolor è nata dalla necessità di finire un po' di pasta frolla avanzata e dalla montagna di uova di pasqua da smaltire prima che il grande caldo si faccia avanti.




CREMA BICOLOR CON CRUMBLE DI FROLLA 

Vale a dire per la crema pasticcera al micro:
300 g di latte fresco
200 g di panna fresca
(o 500 g di latte fresco)
1 po' di estratto di vaniglia
2 uova intere
45 g di fecola di patate
120 g di zucchero semolato

cioccolato fondente (riciclo di uova di pasqua) q.b.

la frolla era un avanzo di questa ricetta qui



In una terrina di vetro sbattere le uova con lo zucchero, la fecola, l'estratto di vaniglia. versarci un po' alla volta il latte freddo e mescolare bene con una frusta per evitare che si formino grumi.
Posizionare la terrina di vetro nel micro ed azionare alla massima potenza per 2-3 minuti.
togliere la terrina e mescolare bene con la frusta. Reinserire la terrina nel micro e dare 1 minuto alla volta mescolando ogni volta con la frusta fino all'ottenimento della consistenza desiderata (di solito io arrivo fino al un max di 5-6 minuti, ma ovviamente dipende da tanti fattori, la potenza del micro, la dimensione delle uova....).
Dividere in due la crema ottenuta e coprirle con pellicola alimentare a contatto.
Sciogliere il cioccolato fondente nel micro ed aggiungerlo in una delle due terrine con la crema per ottenere una crema al cioccolato). Io sono andata ad occhio con la quantità di cioccolato. 
Coprire con pellicola alimentare a contatto.
Nel frattempo preparare il crumble sbriciolando la frolla e mettendo le briciole su carta forno.
Infornare a 175° finchè le briciole non saranno dorate.
Quando tutti gli ingredienti saranno freddi si potrà comporre il dolce.
Sul fondo di un bicchiere o di una ciotola mettere il crumble, poi uno strato di crema bianca, uno di crema al cioccolato e terminare con un altro strato di crema bianca.
Per guarnire io ho messo qualche nocciola tostata e tritata ed una spruzzata di mousse al cioccolato (per far contento mio figlio)

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



17 aprile 2018

ANCHE LA STAGIONE DELLE ZUCCHE VOLGE AL DESIO....

Sì, mi sa che ormai siamo arrivati al termine della sua stagione...ormai sui banchi dei fruttivendoli se ne vedono davvero poche (evvupre mi piace un sacco e sono certa si potrebbero preparare una montagna di piatti estivi anche con questo ortaggio invernale!!!)
Gustatevi questi giro di spago ed alla prossima (sperando che nel frattempo il mal di testa che non mi molla se ne sia andato a quel paese!!!)
Gli ingrediendi sono quasi tutti q.b. perchè vanno a gusto!!!



LUPARA CON LA ZUCCA

Vale a dire:
300 gr di spaghetti
pancetta a cubetti q.b.
2 filetti di acciuga
olive taggiasche q.b.
zucca a cubetti q.b.
prezzemolo q.b.

Intanto che l’acqua bolle, mettete in una padella un goccio d’olio con i filetti di acciuga e la zucca a rosolare. Aggiungere la pancetta e continuare la cottura.
Tritare grossolanamente le olive che andrete ad aggiungere al condimento.
Cuocere gli spaghetti, scolarli, aggiungerli al condimenti, spolverare col prezzemolo tritato e servire.
Perfetto ci sarebbe stato anche del pecorino romano, ma ero senza…sarà per la prossima volta!!!

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



13 aprile 2018

BISCOTTI QUASI NASCONDINI E QUASI LIGHT

L'avevo comperata nella speranza che diventassi bravetta ed iniziassi a fare qualche dolcetto sostituendo lo zucchero con questa alternativa light....poi è rimasta là sul suo scaffale in dolce attesa...
In questi giorni sto cercando di rimettermi un po' in sesto (non che sia una motonave, ma meglio prevenire che curare alla mia età!!!)
Ma come si fa a rinunciare sempre al dolcetto?
beh per me è a dir poco impossibile....e poi non so perchè ma ogni volta che mi metto a "regime alimentare controllato" miparte l'estro dolciario!!! Per cui ho voglia di cucinar esolo dolci...e guardo gli altri mangiarli!!!
"Allora cara la mia stevia potresti darmi una mano te?"
"Ti prometto comunque che ne assaggio solo un paio, giusto per capire se sono commestibili!!!"
....
WOW!!!!
Mi sono piaciuti un sacco, anzi devo dire che tra i tanti biscotti che ho sfornato (la maggior parte non li ho mai postati, perchè escono dal forno e finiscono nella fornace (la mia pancia!!) questi sono tra i migliori (se non addirittura i migliori!!)
Non ho mai mangiato i "nascondini" della nota marca pubblicizzata una volta da Banderas (chissà che fine ha fatto Teresita!!), ma volevo provare a dargli quella forma, giusto per variare un po'!!!



BISCOTTI QUASI NASCONDINI E QUASI LIGHT
Vale a dire:
200 g di farina 00
15 g di stevia
30 g di amaretti *
scorza di 1 arancio edibile
1 uovo grande
latte q.b.
30 g di olio di semi
1/2 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale

per la farcitura
100 g di cioccolato fondente
50 g di mandorle tritate

* se non avete gli amaretti potete aggiungere 30 g di farina e mettere un goccio di aroma all'amaretto (io ne ho un po' da finire, per cui cerco di metterli un po' di qua e un po' di là)


Io ho messo tutto nell'impastatrice, ma ovviamente si può fare anche a mano.
Tritare gli amaretti e metterli insieme alla farina, al lievito, la stevia ed la sale nell'impastatrice, aggiungere l'uovo, l'olio e la scorza d'arancia ed azionare.
Aggiungere un po' di latte finchè il composto non si unirà (non esagerate o vi diventerà troppo morbido l'impasto.
Avvolgere nella pellicola e mettere a riposare in frigorifero.
Intanto nel micro o a bagno maria scigliete il cioccolato. Aggiungere le amndorle tritate e mescolare il tutto per raffreddarlo fino a poterlo modellare.
A questo punto su un piatto o su carta forno formate dei cilindretti grossi 1,5 cm e fateli solidificare.
Sttendere l'impasto e ricavare delle strisce. Al centro di ogni striscia posizionar eun cilindretto ed avvolgere nell'impasto.
Con un coltello ben affilato tagliare i biscotti della misura che preferite (x i miei sono andata ad occhio).
Sistemarli sulla placca del forno foderata con carta forno ed infornare a forno preriscaldato 175-180° per 15-20 minuti.
Lasciare raffreddare prima di spazzolarli!!!!

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



INDOSSERO' LA MIA MASCHERA MIGLIORE PER IL WEEK END...

Oggi ne ho proprio bisogno...qualcosa di dolce che soffochi la tristezza, la malinconia, questo senso di vuoto che oggi mi schiaccia il pett...