Pagine

6 maggio 2016

CARA NONNA...ED IL TUO DOLCE TORINO

“Cara nonna…”
Ecco così dovrebbe partire questo post, perché questo era uno dei suoi dolci, o meglio uno dei suoi cavalli di battaglia (l’altro è il budino di ricotta).
Per anni abbiamo lottato per avere le ricette di questi due dolci ed ogni volta le dosi erano diverse. Da alcuni anni la nonna non è più in grado di comunicare con noi, (ormai chiacchiera in un mondo tutto suo, con personaggi inventati o che ormai non sono più tra di noi!!!) e quindi questi due dolci sono passati da madre a figlia, senza le dosi esatte...ma mia mamma è riuscita a riprodurli molto simili agli originali.
Le origine di questo dolce? Boooo
Ho cercato sul web, ma non sono riuscita a trovare nulla. Credevo fosse un dolce tipico di qualche zona, però per il momento non ho nessuna informazione certa (ho persino pensato che mia nonna se lo sia inventato e lo abbia preparato con quello che aveva in casa, poi visto che era piaciuto un sacco lo ha ripetuto negli anni….).
Esiste un dolce che si chiama "mattonella emiliana", ma non è la stessa cosa....




DOLCE TORINO

Vale a dire per la crema al caffè:
250 gr di mandorle tostate frullate
250 gr di burro t.a.
150 gr di zucchero semolato
50 gr di zucchero a velo vanigliato
4 tuorli
4 cucchiaini di caffè in polvere
2 tazzine di caffè ristretto

biscotti Oswego
cioccolato fondente fuso

per bagnare i biscotti:
rum – cognac – caffè amaro q.b.

Il dolce è davvero veloce da preparare.
Nel mixer mescolare tutti gli ingredienti assieme fino ad ottenere una crema al caffè.
Bagnare leggermente i biscotti nella bagna e fare uno strato in una teglia (quadrata o rettangolare) foderata con carta forno, spalmare uno strato di crema al caffè, un altro strato di biscotti e così via fino ad esaurire tutti gli ingredienti.
L’ultimo strato deve essere di biscotti e sopra ad essi andrà steso uno strato di cioccolato fondente fuso.
Mettere alcune ore in freezer fino al momento di servirlo.
È molto comodo averlo pronto in freezer per ogni evenienza.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci

Questa ricetta partecipa al contest di Dolci Ricette


73 commenti:

  1. I dolci dei ricordi sono quelli più buoni....
    Questo oltre che essere semplice da preparare è anche molto scenografico.
    Ottimo.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!!!! Buona giornata anche a te

      Elimina
  2. Ma lo sa che mia mamma quando eropiccola faceva un dolce simile con i saiwa? fatto sta che è golosissima questa mattonella... Un bacione e buon week-end!:-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovremmo ritornare un po' di più ai dolci di una volta!!!!

      Elimina
  3. Che meravigliaaaaaa non conoscevo questo dolce... sicuramente il mio compagno lo adorerà. Grazie a te e alla tua nonna! A presto LA

    RispondiElimina
  4. É mesmo o tipo de bolo que eu gosto, com sabor café agrada-me ainda mais.
    Ficou lindo
    Bom fim de semana

    RispondiElimina
  5. ma è uno spettacolo tesor e questa domenica la faccio per la festa della mamma non può mancare!!Un bacio a te e alla nonna che ti ha lasciato questo dono dolcissimo!!baci,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Imma. Buona giornata

      Elimina
  6. Anche da noi si faceva un dolce simile, si vede che un tempo era una ricetta diffusa che poi ognuno personalizzava secondo il suo gusto!
    Buon fine settimana
    Carmen

    RispondiElimina
  7. Mamma mia che bontà, e poi i dolci delle nonne sono sempre i più buoni. Mi segno la ricetta
    Baci Fabiola

    RispondiElimina
  8. Che bontà, anch'io me lo preparo per domenica !!!! Bravissima te e anche la tua nonna . . . capisco benissimo lo strazio che si prova nel vedere una persona cara persa nel suo piccolo mondo antico . un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io le auguro sempre di vivere altri 100 anni, ma spero solo che in questo suo nuovo mondo non soffra nei brevi momenti di lucidità!!!!
      Un abbracciotto

      Elimina
  9. L'aspetto è , a dir poco, invitante, a mio parere un dolce strepitoso!!! Complimenti e un bacio grande alla nonna!!!!!

    RispondiElimina
  10. Che belle le nonne!!! E il dolce sembra magnifico...Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Veloce e molto invitante. L'abitudine delle nonne di non scrivere le dosi è molto frequente, e spesso deliziose ricette si perdono così senza una ragione definita, ma solo perchè l'abitudine aveva messo le dosi nelle loro mani: un po' di questo, 2 cucchiai di quello e così via; e a noi poverine non resta che ricordare e sperare nella buona sorte e trovare le dosi giuste e sopratutto che la nostra memoria non ci tradisca facendoci ricordare sapori che non c'erano. Grazie. Ciao Stefania
    Tra monti, mari e gravine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo quando mi diceva "ad occhio", lo vedi se è pronto basta guardare...ma guardare che cosa????
      E mio nonno che appena si girava diceva "sì e poi brucia tutto!!!"
      Mamma mia che bello a volte perdersi nei ricordi!!!
      Un forte abbraccio

      Elimina
  12. COMPLIMENTI ALLA NONNA, E' UN DOLCE SUBLIME!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  13. Mila, leggo questo post e mi emoziono!
    Mi emoziono per come ci hai parlato della tua nonnina e della sua ricetta, che forse sì. la prima volta avrà fatto con quello che aveva in casa.
    E sono queste le ricette che amo di più!
    Semplici, senza fronzoli eppure buone da impazzire!
    Questa mattonella deve essere davvero speciale (sarà che amo il caffè e l'abbinamento con i biscotti) e i tuoi scatti non fanno altro che testimoniarlo! ;-) ;-)

    Grazie per avercela raccontata!
    Un caro abbraccio insieme all'augurio di un fine settimana pieno di sole, dentro e fuori di te!! :-DDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille e credo che anche mia nonna sarebbe contenta delle tue parole!!!
      Buona giornata

      Elimina
  14. Davvero buonissimo ehhh queste ricette senza dosi, ma la tua versione è semplicemente stupenda, complimenti !!! Bacione Mirta

    RispondiElimina
  15. Wow!!! Che meraviglia!! Le nonne riservano sempre delle chicche pazzesche!! Si, probabilmente si è inventata questo dolce con quelo che aveva in casa e dato che è sicuramente buonissimo ha perpetuato la preparazione!! Mi hai ricordato la mia nonna con le tue dolci parole, anche lei era un po' nel suo mondo . . . ti abbraccio stretta, buon we!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Silvia, un forte abbraccio anche a te...e a tutte le nonne!!!

      Elimina
  16. Anche mia nonna preparava dolci che non stavano scritti da nessuna parte ed erano squisiti, e naturalmente non siamo più stati in grado di riprodurli buoni come allora. Un bacione a presto

    RispondiElimina
  17. Stra goloso :-P Ne avevo visto uno simile su una rivista ma era fatto con i savoiardi...quello di tua nonna mi ispira tantissimo e l'estetica è fighissima .-P
    Grazie x averlo condiviso. Non mi resta che augurarti un felice we <3

    RispondiElimina
  18. brava la nonna e la tua mamma a ripeterlo..golosissimo dolce!!

    RispondiElimina
  19. brava la nonna e la tua mamma a ripeterlo..golosissimo dolce!!

    RispondiElimina
  20. Anche mia mamma fa la stessa cosa della tua. E io la guardo con tanto affetto e tenerezza. Sai, mi fa anche sorridere a volte :)
    Complementi comunque per averlo riprodotto egregiamente! È perfetto :)

    RispondiElimina
  21. Ma sai che questo dolce ci ricorda moltissimo quello che da anni prepara la mamma di una di noi? Cambia solo la presentazione, questa a strati è davvero carinissima!
    Queste ricette delle nonne sono da custodire gelosamente e da tramandare di madre in figlia...troppo preziose!!
    Buon weekend cara, un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come vorrei sapere mia nonna da dove l'aveva presa giù sta ricetta!!!! Magari era sulla confezione dei biscotti!!! Mah!!!
      Un super abbracciotto

      Elimina
  22. è molto bello questo dolce, immagino il sapore e me lo segno subito ! Buona domenica

    RispondiElimina
  23. Ahhhh le nostre amate nonne..... Un dolce golosissimo che sa di casa, tanto confortante!

    RispondiElimina
  24. Direi che la tua nonna ha fatto un piccolo capolavoro.
    Buona serata
    Mandi

    RispondiElimina
  25. Direi che la tua nonna ha fatto un piccolo capolavoro.
    Buona serata
    Mandi

    RispondiElimina
  26. Mia mamma, che abitava al confine con il ferrarese, e lì risiede ancora mia nonna, mi ha sempre parlato di questo dolce che si preparava a casa loro per le feste! Anche se non l'ho mai assaggiato fa parte dei ricordi di famiglia.Che gioia ritrovarlo sul tuo blog! Grazie!

    RispondiElimina
  27. è tipico delle nonne, mai grammature certe ma i loro dolci sono sempre fantastici!
    Mi segno subito la ricetta!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed il bello è che lei senza pesi faceva tutto bene, io a volte seguendo egregiamente certe ricette sforno ciofeche!!!!
      Mah chissà cosa avevano loro nelle mani!!!
      Buona giornata

      Elimina
  28. Che dolce la descrizione della tua nonna, che si è smarrita (o, chissà, ritrovata) in un mondo di fantasia... l'importante è che sia felice, sai...
    Il dolce sembra buonissimo e anche molto semplice da preparare, caffè+mandorle è un abbinamento che mi piace moltissimo!

    RispondiElimina
  29. Questa ricetta è meravigliosa vuoi perchè è presentata molto bene ma soprattutto perchè appartiene a quella che definisco le "ricette del cuore". Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricetta del cuore che resterà nel cuore per sempre!!!
      Buona giornata anche a te (anche se qui piove a dirotto!!!)

      Elimina
  30. Capisco perfettamente...per me è la stessa cosa con la mia mamma, sia per le ricette che per il resto, purtroppo...
    E' un bel dolce che sa di casa e semplicità...
    Ti auguro una buona settimana!!

    RispondiElimina
  31. Ma una cosa così bella non l'avevo ancora vista!!! Davvero complimenti! Grazie per la ricetta!
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina
  32. Anche mia nonna faceva uguale, andava a occhio e sfornava sempre delle cose superlative. Le nonne sono mitiche. Questo dolce sembra delizioso, ed è anche facilissimo da fare. Mi piace un sacco. Ha davvero un nome curioso, tua nonna lo chiamava proprio Dolce Torino? chissà che orini ha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma non capisco perchè, non trovo da nessuna parte le origini...
      Si porterà questo segreto via con lei!!!
      Buona giornata

      Elimina
  33. Mi ricorda tanto un dolce che adoro che ogni tanto ci prepara mia madre, anche lei non pesa mai niente. Io purtroppo non ho più i nonni, goditi la tua più che puoi. Anche se è in un mondo tutto suo sono sicura che percepisce l'amore di chi le sta vicino. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pensa che quando ha le giornate di crisi che urla senza motivo e scaccia tutti le fanno vedere le mie foto e si calma iniziando a ridere....non so perchè ride e chissà che cosa le torna alla mente, ma funziona....
      Un abbraccio

      Elimina
  34. Mamma mia mi hai fatto venire la pelle d'oca simile a uno che faceva la mia mamma fantastici !!!!

    RispondiElimina
  35. Che bello da vedere questo dolce... è particolare! Mi piace poi il fatto che si possa tenere in frizer.
    Un abbraccio a te e alla nonna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' comodissimo!!! Lo si tira fuori al momento opportuno e piace sempre a tutti!!! Magari non è elegante, ma buono lo è di certo!!!

      Elimina
  36. Io non lo conoscevo, perciò grazie! Anche a me è successa la stessa cosa. Ricette di tanto tempo fa, passate dalle mani di nonna a quelle di mamma e poi alle mie. Niente è mai venuto uguale. Ognuna ha sempre dato una propria interpretazione. E forse il bello è proprio questo.
    A presto :)

    RispondiElimina
  37. mamma mia !! meraviglioso!!! grazie per averlo condiviso!

    RispondiElimina
  38. Le ricette di famiglia sono sempre le più buone e le più belle.. In emilia una ricetta simile, ma non del tutto, è la torta in cantina. Questa però è diversa, dovrò provarla per trovare differenze più specifiche, no? ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da emiliana mi sento ignorante...non conosco la torta in cantina e vado subito a rimediare alla lacuna!!!
      Un abbracciotto

      Elimina
  39. Complimenti per il tuo blog che scopro solo ora il tuo dolce Torino è fantastico dev'essere buonissimo...da emiliana posso confermarti che da noi si fa la mattonella o dolce mattone molto buono ma non è uguale. U. Caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti anch'io conosco la mattonella, ma non è uguale...chissà la nonna dove l'aveva trovata!!!
      Sono contenta della tua visita!!!
      Buona giornata

      Elimina
  40. Facile è facile, ed ha anche un aspetto moooooolto goloso. Inoltre, un dolce da preparare a freddo e gustare freddo, quindi magnifico per l'estate che è in arrivo (si spera!).
    Io ce lo metto nella lista delle cose da provare, poi vediamo se e quando mi riesce! :-)
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema che la liste delle ricette ricette da provare è sempre e per tutti lunghissa, perchè di ricette buone ce ne sono una montagna!!!
      Un abbracciotto e grazie della visita

      Elimina
  41. Ciaooo, ho scoperto per caso il tuo dolce Torino è un sogno! Complimentiiiiiii

    RispondiElimina
  42. Per me è nuovo, mai visto. L'aspetto comunque è invitante e il gusto sarà delizioso. D'altronde i dolci della nonna, nella loro semplicità, erano e lo sono ancora buonissimi.

    RispondiElimina
  43. Bellissimo, perfetto e molto goloso :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  44. Tipico delle nonne fare le misteriose con le ricette! Poi finisce che si lamentano se non impari (a leggere fra le righe) quando ti "spiegano" qualcosa. Io poi non so perché mi accanisco sempre per sapere le dosi, se tanto poi le cambio in base a quello che ho ;)
    Ciao Mila buona settimana
    Elle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' però un peccato perchè spesso si portano via delle vere delizie!!!
      Buona giornata

      Elimina
  45. Grazie di aver partecipato, non conoscevo questo dolce..in bocca al lupo!!

    RispondiElimina
  46. Che belle le ricette dei ricordi!!! Qui in Emilia ti confermo che facciamo un dolce chiamato mattonella che assomiglia molto a questo, non ci sono le mandorle, e gli strati sono meno, ma ci sono sempre biscotti alternati a crema al burro e cioccolato fondente sopra! Una bontà assoluta, anche se ovviamente molto calorica

    RispondiElimina
  47. Che belle le ricette dei ricordi!!! Qui in Emilia ti confermo che facciamo un dolce chiamato mattonella che assomiglia molto a questo, non ci sono le mandorle, e gli strati sono meno, ma ci sono sempre biscotti alternati a crema al burro e cioccolato fondente sopra! Una bontà assoluta, anche se ovviamente molto calorica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, lo conosco...probabilmente mia nonna modificò la ricetta base, mah chissà!!!!
      Buona giornata

      Elimina
  48. Che originale questo dolce Mila! Bellissime poi le ricette delle nonne!
    Quella crema mi ispira un sacco e poi si chiama come la mia città... mi sa che te lo copio ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anastasia, toglimi una curiosità, ma nella tua città esiste un dolce del genere?...(anche se non credo mia nonna sia mai andata a Torino in tutta la sua vita!!!)
      Copia pure, spero ti piaccia tanto quanto piace a noi!!!!

      Elimina
  49. ma io dov'ero me lo sono perso,che golosità,mia mamma faceva un dolce simile,ma non ho la ricetta,questo lo salvo,grazie

    RispondiElimina
  50. Cara Mila sono venuta a vedere il dolce che preparava la tua nonna(grazie mille per aver segnalato il link;)lo trovo simile a quello della mia per certi aspetti ma al tempo stesso differente sia per alcuni ingredienti che per alcuni passaggi..sicuramente anche questo e' troppo godurioso e mi piacerebbe davvero provarlo!!!Grazie mille per avermelo segnalato;).
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, ma la cosa che mi ha colpito è che entrambe le nonne (come credo pure altre milioni di nonne) facevano dolci semplicissimi, simili tra loro e che comunque sono rimasti nei cuori e nei ricordi delle generazioni a venire....quando invece adesso magari si prepara un dolce che ci vogliono ingredienti stratosferici, ore ed ore di lavorazione e appena finito di mangiare uno non si ricorda neanche più se era tondo o quadrato....i nonni la sapevano lunga!!!
      Buona giornata e buon week end

      Elimina

Grazie per ogni commento, suggerimento o critica, tutto può aiutare a migliorarsi....
Magari non immediatamente, ma appena posso passerò a ringraziare tutti!!!

BRIOCHE SALATA RIPIENA...e si corre....

Sempre di corsa, sempre col fiatone, sempre la voglia di fare mille cose, ma manca il tempo... Quel tempo tiranno che a volte sembra non t...