Pagine

7 ottobre 2015

MEDAGLIONI DI RICOTTA

Se col piccolo li avessi chiamati gnocchi non le avrebbe mangiati neanche per tutte le figurine di Yu-Gi-Oh del mondo, invece chiamandoli così se ne è mangiato due piatti!!!


MEDAGLIONI DI RICOTTA E RUCOLA

Vale a dire:
320 gr di ricotta (possibilmente non quelle del banco frigo che sono troppo cremose)
100 gr di misto tra pecorino romano e parmigiano reggiano grattugiati
1 uovo
1 mazzetto di rucola
1 pugno di farina

Per condire:
pomodori – speck – parmigiano reggiano
prezzemolo

Mescolare la ricotta, il formaggio grattugiato, l’uovo e la rucola precedentemente tritata a coltello. Non ho messo sale perché il pecorino romano per me è già saporito, ma basterà assaggiare il composto e se necessario salare all’occorrenza.
Formare col composto delle polpette un po’ schiacciate passarle nella farina e posizionare su una teglia da forno coperta con carta forno ed infornare per 15 minuti a 160°, poi girarle e continuare la cottura per altri 15 minuti.
Togliere dal forno.
Intanto preparare il condimento.
In questo caso le ho servite pomodori e speck. Saltare i pomodori tagliati a pezzettoni in un goccio d’olio, salare e pepare. Aggiungere poi lo speck tagliato a striscioline fuori dal fuoco.
5 minuti prima di servire aggiungere al condimento i medaglioni, saltarli per alcuni minuti, spolverare con parmigiano e prezzemolo tritato e servire.
Ovviamente li potete servire conditi come preferite.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci



47 commenti:

  1. meravigliosa ricetta e mi ha fatto sorridere l'introduzione......mia figlia, ora mamma a sua volta dei miei due meravigliosi nipotini, mangiava la carne solo se le si diceva che era matama'!
    a volte basta solo cambiare nome alle cose!
    un abbraccio
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine i bimbi sono tutti uguali!!! Buona giornata con un grande abbraccio

      Elimina
  2. Uh, che buoni!! Ahah mi è piaciuta l'introduzione xD ogni tanto un trucchetto aiuta

    RispondiElimina
  3. senti io ho fame...per me li potresti chiamare come ti pare ma che fameeeeeeeeeeeeeeeeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahahah!!!! Un abbraccionissssssimo!!!

      Elimina
  4. Fantastici questi medaglioni-gnocchi!!!!
    Fantastici.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  5. Ciao Mila, sono splendidi!!!
    A presto,
    Ale

    RispondiElimina
  6. Spettacolo! Che siano gnocchi o medaglioni qui andrebbero a ruba :-) Proverò a farli di sicuro! Baci

    RispondiElimina
  7. Che bella idea Mila... tipo gnocchi ma cotti prima in forno! li provo!

    RispondiElimina
  8. Plato sencillo pero lleno de sabor. Me gusta mucho esta receta. Un besote.

    RispondiElimina
  9. Mi sembrano davvero ottimi, medaglioni di ricotta mai provati ma devo assolutamente rimediare! Baci baci

    RispondiElimina
  10. :) Come un piatto può essere gradito solo cambiando il nome.
    Sulla bontà non ho dubbi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna studiarle tutte altrimenti bisogna preparare sempre le stesse cose!!!!

      Elimina
  11. è incredibile la magia delle mamme fa miracoli :)
    che belli e ci devo provare con Antonio che se dico gnocchi dico guerra in atto !!!!
    che belli anche a vedere complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ti capisco!!!! Un abbracciotto di buona giornata

      Elimina
  12. COMUNQUE LI CHIAMI SONO STRAORDINARI, CHE BEL CONDIMENTO, MI STA VENENDO UNA FAMEEEEEEEEEE!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  13. tu non puoi capire, dire geniale è poco, ma come ho fatto a non pensarci di chiamarli medaglioni al posto di gnocchi????? Ti dò il NOBEL per la pace familiare, sappilo. E io rubo gli gnocchi.... ops! medagliomi, e me li sbafo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco, capisco!!!! ormai non ricordo più i nomi originali dei piatti!!!! ma almeno così mangia tutto!!! Buona giornata uggiosisssssima

      Elimina
  14. Con me puoi chiamarli come vuoi,non ho preferenze....mi basta guardarli e letto la ricetta,per capire che sono troppo saporiti!Mi piace la cottura in forno e poi condirli col sughetto,voglio provare ma sicuramente non sarò delusa!Squisiti cara e cmq resti una birichina,che ogni tanto dice bugie:-)

    RispondiElimina
  15. Un'idea originale e sfiziosissima, complimenti..è da copiare!

    RispondiElimina
  16. Trovo geniale sia l'idea di cambiar nome al piatto per ingannare il pargolo refrattario agli gnocchi che il metodo di cuocere in forno i "medaglioni". Ne posso immaginare il sapore!

    RispondiElimina
  17. Invitanti e deliziosi... li copio, grazie!!!!

    RispondiElimina
  18. Che buffi i bimbi!! Ma l' importante è che se li sia mangiati, perchè sarebbe stato un peccato, sono davvero ghiotti!!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mangia tutto, ma bisogna usare l'astuzia!!!!

      Elimina
  19. ma davvero??? allora medaglioni a gogo!!! :D anche per me direi visto che amo la ricotta!! Ma puoi chiamarli come vuoi, basta che sento ricotta e mi si accende il cuoricino! <3

    RispondiElimina
  20. beh, gnocchi...medaglioni...poco cambia...certo è che sono una favola!
    Anche io amo i gnocchi di ricotta, li preparo spesso e...proverò questa tua variante profumatissima, mi intriga assai!
    Un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
  21. Io non sono mamma, ma adoro vedere le mamme come te che si ingegnano in tutti i modi per far divertire/mangiare i propri bimbi!!! e forse in fondo non chiamandoli gnocchi hai dato anche un'idea creativa e diversa dal solito!! mi piacciono! il condimento che hai scelto poi, con lo speck è ancora più gustoso!! a presto Mila

    RispondiElimina
  22. Ma come sono simpatici e graziosi, immagino il gusto.. io adoro la ricotta! E il tuo stratagemma non vedo l'ora di usarlo con i miei marmocchi! Un bacione ;)

    RispondiElimina
  23. Mila sono favolose, sfiziose e golosissime, mi hai fatto venire un'acquolina incredibile e una gran voglia di cimentarmi nella loro realizzazione:))grazie mille per questa bellissima ricetta, da provare assolutamente:))
    un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Rosy, ma credimi è più semplice di quello che pensi!!!!

      Elimina
  24. Piatto ghiottissimo, davvero invitante! Ci credo che sono andati a ruba!!! ;)
    Baci.

    RispondiElimina
  25. cosa non farebbe una mamma.......una meraviglia questa ricetta, bravissima!!!

    RispondiElimina
  26. Ehi! Hanno un aspetto strepitoso! Devo farli ai miei bimbi! Un bacione!

    RispondiElimina
  27. Carissima Mila, questi tuoi medaglioni sono strepitosi! Sicuramente ottimi ma tanto simpatici :) Veramente un'ottima idea non solo per i più piccoli! Bravissima!
    Ti auguro un bellissimo week end :)
    Baci, Rosa

    RispondiElimina
  28. Merhabalar, çok lezzetli ve iştah açıcı görünüyor. Ellerinize sağlık.

    Saygılar.

    RispondiElimina
  29. Hummm je l'inviterais bien à ta table, ça a l'air très bon ! bonne soirée !

    RispondiElimina
  30. hai avuto un'idea geniale Mila, cosa non si deve fare a volte per farli mangiare! Comunque li chiami trovo che siano deliziosi ! Un bacione

    RispondiElimina
  31. anche quando la mia era piccola dovevo spremere la mia fantasia per farla mangiare, sei stata bravissima idea super questi medaglioni perfetti per lui e gustosissimi anche per i grandi!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  32. sono ottimi anche per me..."bimba" un po' troppo cresciutella!!
    baci

    RispondiElimina
  33. sono ottimi anche per me..."bimba" un po' troppo cresciutella!!
    baci

    RispondiElimina
  34. Accidenti quanto mi intigrano questi medaglioni. Sono una grandissima fan della ricotta, perciò sono sicura che saranno buonissimi!

    RispondiElimina
  35. Perché..... un vasetto di ricotta non manca mai, nel frigo ^_^

    RispondiElimina

Grazie per ogni commento, suggerimento o critica, tutto può aiutare a migliorarsi....
Magari non immediatamente, ma appena posso passerò a ringraziare tutti!!!

WAFFELS CAROTA E PREZZEMOLO

Quando mi preparo le centrifughe un po’ mi dispiace buttare tutti gli avanzi, soprattutto quelli delle carote. E così questa volta ho prova...